back to 20 mega ;-)

Vacanze finite….se proprio vogliamo parlare di vacanze insomma un freddo allucinante che manco a capodanno ed io come al solito immobilizzata dall’influenza…PARACETAMOLO SEASON, come direbbe un mio caro amico. Eppure nonostante non si faccia mai “nulla di che” è sempre una gioia immensa ritrovarsi tra le persone con cui si è cresciuti. Ci si vede poche volte all’anno, quando si è lontani a stento “ci si becca su messenger”, ma quando si torna nella nostra terra è come se non ce ne fossimo mai andati per quanto ci si conosce, per quante pasquette ferragosto capodanni e sabati sera qualsiasi abbiamo passato insieme. C’è qualcosa di straordinario e magico in questi rapporti non voluti da noi ma semplicemente decisi dal destino che ci ha fatti nascere nello steso posto, nello stesso paesino sperduto del sud italia dove per forza di cose si stringe un legame unico con tutti i coetanei, con cui condividi per gli anni più spensierati della tua vita la stessa piazza, la stessa panchina, lo stesso bar….gli amici con cui hai imparato a guidare, con cui hai preso la prima sbronza, con cui hai trasgredito per la prima volta una regola…le persone con cui a 18 anni hai iniziato a condividere ideali, sogni e progetti, le persone con cui hai iniziato a far politica sotto gli sguardi taglienti degli adulti, le persone con cui hai deciso di aprire una sezione di partito, cosa “rivoluzionaria” in un paese che vive di santi e processioni. Oggi che siamo dispersi per l’Italia, la gioia si moltiplica, la pienezza sembra quasi farci scoppiare, quando puntualmente ad ogni natale pasqua o ferragosto prendiamo la nostra copia delle chiavi, entriamo in quella stanza sapendo che di lì a pochi minuti arriveranno “gli altri”…non so se mi mancano durante il resto dell’anno, sono indaffarata, ho una vita parallela a cui non potrei rinunciare, sono emancipata da quel paese e dalla sua mentalità…ma quando sono lì in quella stanza, la “nostra” stanza umida sento che quella parte di me è ancora mia, il mio oggi è il frutto degli anni trascorsi tra quelle quattro mura. Boh, non piace essere stucchevole, ma vabbè  forse ho solo bisogno di realizzare la bellezza di questi ultimi cinque giorni.

 

c8af3249aabdb0699494244c62522ff6.jpg

Il “VILIPENDIO” del compagno “NicDanza” 😉

 

back to 20 mega 😉ultima modifica: 2008-03-29T18:30:00+01:00da crazy_feeling
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “back to 20 mega ;-)

  1. …che mica è un peccato, Valentì. Ti è mai capitato di assaggiare un sapore familiare lontano da casa? Chennesò, un vino, un aroma. In quel momento la memoria sensitiva si sublima, si innalza, trascende lo spazio – e spesso anche il tempo – e ti riporta là, in quei posti ed in quei momenti. Le radici sono in noi, per sempre. Altrimenti, natura docet, si cade. E che male…

    Un sorriso.

    Tarta (certo), ma soprattutto Luca

  2. Ciao Vale! Le mie vacanze sono state all’insegna del riposo… (a dire il vero sono stato libero solo domenica e lunedì…tutti gli altri giorni ho lavorato!! 🙁 ).
    E’ vero che il mio blog carica un po’ lentamente… già non va benissimo con una 2 mega… figuriamoci con la 56k!!! Ho provato a fare un po’ di pulizia… ma evidentemente non basta. Ho anche tolto la musichetta piratesca che c’era una volta… bellissima ma rallentava tanto. Boh… vedremo!

    Una buona settimana…

    Ciao! 😉

Lascia un commento