ASPIRO ALLE STELLE CHE NON POSSO RAGGIUNGERE*

Mah, che giornata fiacca. Paralisi assoluta, neanche la forza di pensare. Ho una tesi da scrivere, un obiettivo da raggiungere, un sogno da realizzare. Chissà dove mi porterà tutto questo. Chissà dove ci porterà. Le strade si incrociano, ma poi si dividono. Restano le ore, i giorni, passati insieme. Resta il nostro tempo, le nostre serate, il nostro amore. E un po’ di amarezza. Poi la paura. Paura di sentir ancora tutto precario, provvisorio ed instabile. L’inquietudine del non sapere dove proseguiranno queste vite. Il tormento della solitudine. Incapaci di scegliere tra il bisogno del nuovo e il desiderio di pace.
353a6fd6e23cacbb7fae6b62c986988b.jpg
“Il cielo è tempestoso: le stelle rare e pallide.
E la Luna mezza sepolta tra le nuvole batte con raggi lividi le mie finestre”
(Jacopo Ortis)

* Vincent Van Gogh
ASPIRO ALLE STELLE CHE NON POSSO RAGGIUNGERE*ultima modifica: 2008-05-17T22:00:00+02:00da crazy_feeling
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “ASPIRO ALLE STELLE CHE NON POSSO RAGGIUNGERE*

Lascia un commento